AGRATE CONTURBIA 3/3/2019

PASQUALI, MAIUOLO , AGOSTINONE, BIELLA E CERRUTO … BIG AD AGRATE CONTURBIA

  MAIUOLO, AGOSTINONE, BIELLA E CERRUTO .. BIG AD AGRATE C.

Buona la prima del nuovo corso MTB Marcello Bergamo Cup targato Csain che per l’occasione s’è affidato alla competenza e alla capacità organizzativa dell’ASD Agrate Conturbia di patron Cesare Vecchio, un uomo che organizza gare da un lasso di tempo sufficientemente ampio per poter dire che ha scritto una parte di storia importante del movimento amatoriale in 37 anni di gare organizzate. Ottima la location e interessantissimo il percorso, detto dei Gamberi, col suo giusto mix di salite tecniche e dure che hanno esaltato le doti fisiche di molti big che hanno dato spettacolo . E’ il caso, per esempio, del fenomenale veterano 1 Fabio Pasquali che parte fortissimo, realizza il miglior tempo assoluto e vince con un coast to coast da brividi, in testa dal primo all’ultimo metro nonostante ad inseguire c’era Sergio Viola, un uomo da cinquanta vittorie all’anno. Altro big sugli scusi è indiscutibilmente il senior 2 Alex Maiuolo, testa e libera e fuoco dentro che può sembrare una contraddizione ma, il segreto sta tutto qui e lo testimoniano sia Dieguito Salmoiraghi che Matteo Fochi che hanno cercato disperatamente di arginarlo. Il punto non è sapere quando il maresciallo e veterano 2 Domenico Agostinone vincerà, ma come lo farà! E si, perché il graduato ha un orologio biologico regolato sulla vittoria e ad Agrate a farne le spese è il fortissimo fuoriclasse Lele Tacchinardi, mica uno qualsiasi. Quelli della categoria G1 sono scesi in campo con la bandiera bianca in mano, una resa anticipata per via della presenza di Carmelo Cerruto, troppa la differenza dei valori e la classifica lo certifica sussurrandoci che il solo Michele Albertolli poteva arginarlo, se non fosse che è rientrato solo ora dopo un anno davvero tribolato. Davvero bravo, e ci ha sorpresi tutti, il G2 Alessandro Albieri , magro e tirato come una corda di violino ha avuto la meglio su Flavio Severico e il gigante buono Flavio Fumagalli. Lo squalo ha azzannato ancora! Niente a che vedere con il remake del famoso film ma, è lo squalo in questione è il super B Lucio Pirozzini , professione “vincente”. E basta! E il super A Claudio Biella? Ottimo, ha chiuso la gara con 4 secondi meno di Pirozzini, come dire: non sono un fenomeno ma sto … studiando e se Claudio Facchini e Giuliano Garlaschè arrivati dietro, vogliono battermi, devono impegnarsi a fondo. Sorride il senior 1 Roberto Leccadito mentre dal podio stringe la mano ai battuti Graziano Zanolla e Daniele Brustia applaudito da moglie e figlioletto di soli tre anni che fra una premiazione e l’altra scorazza con la biciclettina rigorosamente col numero sul manubrio, se son rose….Francamente non conosciamo ancora il vincitore degli Junior Nicolo’ Zocchi ma, se ha rifilato due minuti a Davidino Monetta e quattro a Luca Tarricone, ne parleremo ancora. L’ultimo clik scattato al debuttante Jacopo Barbotti lo ritrae felice e vincente con la sua bici impennata e neanche gli occhiali a specchio riescono a mascherare la sua gioia per aver finalmente trovato il giusto equilibrio fra allenamenti, gare e divertimenti che giustamente un giovane della sua età deve concedersi. Sul viso della vincitrice e donna B Nadia Terazzi è dipinta la stanchezza ma la cortesia è sempre la stessa ma anche le battute Monica Coppo e Rosella Bazzarello ridono e scherzano una volta raggiunto il tavolo del ristoro per condividere battute e sorrisi anche con la vincitrice delle donne A Ilaria Rocca e le sue amiche rivali Lauretta Vecchio e Sheril Bienati. Merita un plauso anche il più piccolo di tutti, il primavera Fabio Mungo che ha gioito come un bimbo al luna park sulle …montagne russe del circuito dei gamberi. Il sorriso finalmente rilassato di tutta la squadra ASd Agrate Conturbia riunita a tavola nel dopo gara, è lo specchio fedele di questo master che meglio non poteva cominciare e Cesare Vecchio ha parole davvero belle per Renato Brizio che ha dato l’anima per la buona riuscita di questo evento ma anche gli amici sponsor quali CST, Autorama, E.M.C. , Omnia sport, Floricoltura Fucci, GNR Analitic Instrument e Centro Frutta Oleggio hanno ricevuto la loro razione di elogi per la gentile collaborazione e chi si chiedeva se un percorso come quello dei Gamberi e una macchina organizzativa come quella vista in campo non fosse la sede naturale di un evento sportivo a carattere nazionale Cesare Vecchio rispondeva che era lusingato e farà in modo di portare il tricolore ad Agrate Conturbia.
Carmine Catizzone