AUZATE 4-2-2018

II F.LLI BORINI & BALLINI INCANTANO AUZATE

II F.LLI BORINI & BALLINI INCANTANO AUZATE
 

E’ da quando si è sposato, quarant’anni fa, che il Presidentissimo Giulio Moretti organizza la sua bellissima gara a chiusura del nostro Criterium Palzola e anche quest’anno ha radunato una novantina di agguerriti amatori che hanno voluto timbrare il cartellino alla gara targata Auzate MRG. Spettacolare il percorso disegnato con sapienza e competenza dai due rapacissimi del team, il febbricitante Massimo Valsesia e l’onnipresente Franco Bertona col preziosissimo lavoro del generoso Osvaldo Borini, un’istituzione del fuoristrada e non solo. Primi a partire i veterani e subito Orlando Borini si cala nei panni del mattatore assoluto e rompe gli indugi già al primo passaggio sulla scalinata spacca gambe, saluta la compagnia e porta a spasso la sua fiammante maglia tricolore inseguito dallo specialista della MTB Domenico Agostinone che conquista un beneaugurante secondo posto anticipando un volitivo e combattivo Giuseppe Ballini. Ottimo anche il Veterano 2 e beniamino locale Ivano Favaro, un ragazzo educato e buono di carattere che in bici si trasforma in leader e mette in riga i due Colombo, Isacco e Stefano mentre Alessio Bertolotti, quarto, si consola con la generale del master. Altra coppia vincente in livrea Auzate MRG è quella composta dai terribili fratelli Ballini, Bum Bum che domina come al solito fra i debuttanti realizzando un tempo gigantesco e il fratellone Manuel (junior) che porta a dieci le affermazioni ( su dieci gare) nel Criterium Palzoliano. Lo scorso anno Stefano Missiaggia, senior 1, vinse la generale al fotofinish, quest’anno ha esagerato e s’è trasformato in dominatore con ben otto primi, sei secondi e sei terzi posti, praticamente non è mai sceso dal podio e stravince la generale consacrandosi leader di livello, esattamente come Davide Belletti, senior 2 , che anche ad Auzate impone la dura legge del più forte sul pur combattivo Francesco Barbazza e il “talebano” e funambolico Stefano Martinotti. Se porti un nome come quello dei Borini, il risultato finale è la logica conseguenza della storia di famiglia e Angelo, il gentleman 1 che si … finge piccolo, imita il più illustre fratello correndo con grinta e cuore e dopo aver illuso il suo compagno di fuga , Manuele Rogora, che potevano giocarsela fino alla fine, sferra una rasoiata a tre giri dalla fine che gli consente di guadagnare una ventina di secondi che bastano e avanzano per trionfare sotto lo sguardo lucido del suo amico-presidente Giulio Moretti. Quando il … gatto non c’è i topi ballano, questo detto popolare si sentiva bisbigliare a bordo campo per la mancanza, causa febbre, del fuoriclasse Massimo Valsesia e allora ci pensa Claudio Biella a calarsi nei panni del migliore dei gentleman 2 anticipando Roby Stagnoli e Salvatore Gelli ma l’impresa di giornata l’ha realizzata il super A Giannino Succu che s’è preso il lusso di anticipare Giulio La Scala e Bepp Ghidoni. Il super B Lucio Pirozzini? Magico, spumeggiante, solido, ambizioso , un fisicaccio da eterno ragazzo e un vagone di esperienza che lo porta a dominare su ogni tipo di percorso, figuriamoci a Auzate in casa dello sponsor , testa bassa e menare per un trionfo annunciato come suo costume. Le pedalate rosa registrano il trionfo della giovanissima e tricolore Laura Vecchio che come premio riceve i fiori e il bacio del suo Bum Bum e della donna B Silvia Bertocco che balza in testa anche alla generale e infine fiori e applausi anche per il primavera Fabio Ramponi . Generosa come al solito la premiazione e belle le parole che il presidentissimo Giulio Moretti ha pronunciato:” Ringrazio di cuore Osvaldo Borini, Franco Bertona e Massimo Valsesia per il grandioso lavoro di pulitura del percorso, ringrazio tutti gli sponsor e in modo particolare le rubinetterie Bugnatese e Matella e i Rapaci per il loro attaccamento e l’amicizia , ingredienti sani che fanno bene al movimento.
Carmine Catizzone