BORGO D'ALE 3-2-2019

VACCHINI, ACUTO, BUGNONE E BERTI BRILLANO A BORGO D’ALE

VACCHINI, ACUTO, BUGNONE E BERTI BRILLANO A BORGO D’ALE

 
Le previsioni meteo erano state molto chiare, neve anche a bassa quota e piogge su tutto il nord. Quello che non avevano previsto è la granitica passione di Gianni Riconda e la ferrea volontà dei nostri amatori di onorare sempre e comunque le nostre gare nel circuito Palzola. Gianni Riconda ha fatto il suo sgombrando il percorso dalla neve e gli amatori hanno fatto il loro rispondendo presenti all’appello della 21^ prova del nostro master dando vita a gare effervescenti sotto lo sguardo interessato della coordinatrice Csain Elisa Zoggia e il responsabile regionale Acsi Valerio Zuliani che hanno potuto apprezzare quest’insieme di colori, profumi, allegria e voglia di divertirsi che sono da sempre gli ingredienti che certificano il fatto che nella base non esistono nemici ma semplicemente uomini e donne con la stessa coinvolgente passione per la bicicletta. Sul fronte gare abbiamo registrato che il migliore di tutti è stato il G1 Marco Vacchini che si gode il successo battendo due grandi del fuoristrada quali sono Mauro Sedici e Mauro Novelli, i quali non potevano fare di più contro lo scatenato milanese. Anche il G2 Riccardo Acuto ha dimostrato che se proprio deve vestirsi per il prossimo carnevale, il suo abito non potrà mai essere quello di Cenerentola ma di un supereroe in virtù di forza, intelligenza e tattica , visto che ha saputo approfittare di un solo piccolo cedimento nelle fasi finali di Fabrizio Strobino subito dopo uno strappetto da fare a piedi. Chapeaux! IL percorso di Borgo d’Ale , peraltro insidioso, è uno di quelli che mi è sempre piaciuto - ci diceva convinto Giannino Succu - e alla fine ci è parso di capire che ha corso una gara di livello superiore regalandosi emozioni per aver battuto due amici-rivali quali sono i super A Oto Batilde e Paolo Mezzo ma quello che più di tutti ci ha sorpresi è stato il … ragazzo di casa dal tesserino Super B molto aristocratico, Vigilio Berti, passione da vendere e una debordante umanità capace di esaltare i valori positivi dello sport: sano agonismo, voglia di vivere e di stare insieme agli altri, correttezza e rispetto che peraltro sono il sale e il pepe anche dei battuti dal nome importante come Matteo Petrucci ed Enzo Chiocchetti. Un frizzante cantiere di apprendisti campioni, questa in sintesi le performance del campione italiano Gioele Binello ( Debuttante) che ha avuto la meglio su un debilitato Jacopo Barbotti e dello Junior Nicholas Turetta che ha preceduto Marco Cusati mentre nelle categorie dei cugini più grandi hanno vinto i più … sgamati Stefano Missiaggia Senior 1 che batte Fabrizio Carraro e Francys Barbazza che ancora una volta dimostra di meritare il ruolo di primo piano e non solo per aver battuto il funambolico ex motocilista Stefano Martinotti, il quale, ha venduto fin che ha potuto, cara la pelle. A vederlo correre, viene naturale domandarsi perché corre con gambali e manicotti che sembrano dei tatuaggi, poi lo guardi meglio da vicino e t’accordi che …. sono tatuaggi, forse per intimorire gli avversari ma, fatto sta che il veterano 1 Andrea Bugnone, discesista puro, parte in testa e finisce in trionfo nonostante ad inseguire la lepre si pongono due cagnacci come Ivano Favaro e Sergio Viola, mica gente qualunque. Più sofferta la vittoria del veterano 2 Bruno Dell’Erba per via della strenua resistenza di Massimo Riva e Giuseppe Ballini. Le pedalate rose hanno visto trionfare Ilaria Rocca (donne A) ed Ernestina Borgarello (donne B) che batte Rosella Bazzarello, la quale, si consola con la certezza di aver vinto il master e sabato 16 Febbraio vestirà le insegne del primato nel cineteatro di Maggiora (NO) dove vinti e vincitori sfileranno per ricevere i meritati applausi lasciandosi coccolare da un gruppo di lavoro che ha ideato, pensato e sviluppato un progetto come il Criterium Palzola coinvolgente, serio, affidabile e con buona pace di tutti, a disposizione di chiunque abbia voglia di divertirsi e che si ritengono fortunati a vivere esperienze positive. Nel salone comunale di Borgo d’Ale, Gianni Riconda, Elisa Zoggia e Valerio Zuliani fanno indossare le maglie dei vincitori della coppa Piemonte ed elargiscono premi e applausi a tutti i vincitori di giornata ma anche a tutti i partecipanti che si sono tuffati sui corposi tavoli del ristoro,tassativamente impregnati di Palzola.
Carmine Catizzone