BORGO TICINO 10/9/2016

PIERMARTERI E CERRUTO … STELLE A BORGO TICINO

PIERMARTERI E CERRUTO … STELLE A BORGO TICINO  

La gara di Borgo Ticino avrebbe dovuto aprire il nuovo master Mb Bergamo 2016 ma, una bufera di neve distrusse tutta quella fascia di boschi dove era segnato il percorso e, per salvaguardare l'incolumità dei corridori, si decise di rinviarla. A ferie terminate, i ragazzi del No Wok Team, capitanati da Davide Baldo, Nicola Vecchio e Giorgio Rusca, ben diretti Emanuele Terazzi,  hanno predisposto un interessantissimo percorso tutto ricavato all'interno dell'area protetta del Monte Solivo, area di particolare valore ma poco conosciuta e inserita fra Parchi Lago Maggiore e  ben 183 amatori firmano il foglio di partenza. La gara, terz'ultima del master MB Bergamo, fa anche parte, come quella di Sesto Calende, del Gran Prix Valli Varesine e visto il grande numero di iscritti possiamo tranquillamente affermare che il binomio Mb Bergamo Cup e Gran Prox Valli Varesine funziona e funziona molto bene e si ripeterà il prossimo anno. 

Il percorso prettamente da xc e totalmente sterrato, misurava circa 7.500 mt ed era tutto disegnato tra passaggi tecnici su sassaie, salite e discese con radici e salti, ostacoli e single track all'interno della stupenda pineta ed ha trovato il consenso di tutti esaltando le doti tecniche-fisiche di Peirmarteri e Cerruto, due veterani che hanno inscenato una crono-coppie spettacolare che ha incantato il numerosissimo pubblico. Tutti col fiato sospeso per una bellissima lotta ad armi pari, poi si  aspettano la volata  ... che non c’è  e  arrivano mano nella mano perché vincenti entrambi, uno nei veterani 1 e l’altro nei veterani 2 per una foto d’autore memorabile. Vincere la gara, dopo il gran lavoro organizzativo come ha saputo fare il senior 2 Giorgio Rusca è davvero stupefacente, specie se ad impensierirlo è Simone “ Grigiocarbonio” Gambarelli che alla fine chiude la gara a soli 11’’ dello scatenato lungagnone di casa. Stessa identica situazione nei … cugini senior 1 dove a far da lepre ci pensa Alessandro Fumagalli ma, chi insegue, Davide Coato, registra un ritardo che si racchiude in un amen. Chi fra i giovani junior ha fatto un po quello che ha voluto è stato Marco Castelli che ha aperto il gas già in cima alla prima salita e ha salutato la compagnia di Kevin Della Pietà e Maurizio Isella per scrivere in calce il proprio nome sulla pratica di Borgo Ticino. C’è un vecchietto fra i super b che ogni volta si domanda: ma chi me lo fare? E’ Gregorio Sottocorna, corridore vecchio stampo tutto anima e cuore che ogni volta pensa sia l’ultima ma poi considera  il bene che produce il nostro ciclismo solidale e si rimette il numero addosso e a volte, come in questa occasione, gli capita persino di anticipare tutti, anche se in scia ha  Pietro Gemme, un vero signore che arriva in scia allo patriarca di Cimbro.  

Chi non può fare a meno di vincere e lo fa con una sicurezza disarmante è senza dubbio il fuoriclasse Lucio Pirozzini, il baffo più cazzuto degli ultimi vent’anni. Cercano di limitare i danni il suo “gemello” diverso Aldo Allegranza e Giorgio Bano ma, inutilmente perché, Lucio è Lucio e se non mette fra se e gli altri almeno tre minuti non dorme tranquillo. Un concreto e lucido Massimo Berlusconi, leader incontrastato dei gentleman 1, capitalizza a suon di scatti e allunghi una vittoria mai messa in discussione, una superiorità schiacciante la sua che viene ammessa perfino dai battuti Leo Gianluigi e Mauro Asnaghi, come quella del sempre eterno  gentleman 2 Vincenzo Cuccurullo al quale solo Attilio Bedogni, finchè ha potuto, ha accennato una sana reazione. Tutto facile, come da pronostico, per la fortissima donna B Mayann Huckvale che travolge tutte le altre costringendo al podio, pur sempre prestigioso, sia Alessia Della Valle che Tiziana Giaffreda, esattamente come la donna A Karin Tosato che batte una sfortunata lauretta Vecchio. Chiude il carosello di vittorie il campione italiano dei primavera Fabrizio Ricci sull’educatissimo Filippo Gualtierotti che come il debuttante Samuele Baratella brinda su una delle più belle gare del master. I volontari della Pro-loco di Antonello Roberto, si uniscono a quelli del Bosco Solivo pe lo splendido gemellaggio della A.I.B.e dei radioamatori di Arona  per la splendida collaborazione mentre il vice sindaco e ipovedente Pasquale Gallo, che ha dato il via alle gare, si congratula a nome suo e del comune con tutti coloro che si sono prodigati e già annuncia che il prossimo anno  il Sindaco Alessandro Marchese ci sarà. E noi con lui. Ma questa è una storia ancora tutta da scrivere e la scriveremo  insieme. 

Carmine Catizzone