CAVALLIRIO 25/04/2015

KEVIN, ALESSIA E LUCA I MIGLIORI A CAVALLIRIO

KEVIN BORTOLI, ALESSIA DELLA VALLE E  LUCA PANIZ I PIU' BRAVI A CAVALLIRIO

 

 

Una gara bellissima, di quelle che la gente vuole, con tanto sano e leale agonismo, con sorpassi e duelli ma anche con solitarie galoppate in un contesto collinare davvero gradevole come quello del promontorio che circonda Cavallirio, sede di tappa della 6^ prova MB Marcello Bergamo Cup valida anche come 2^  prova di Gran Fondo BCC  che ha messo in palio le maglie ai migliori di categoria , oggi kevin Bortoli, Alessia Della Valle e Luca Paniz. In palio il trofeo Palzola che proprio qui a Cavallirio ha la produzione e da lavoro ad un centinaio di operosi  ragazzi. Il migliore di tutti s’è dimostrato ancora una volta il veterano Luca Paniz che non sbaglia un colpo e ha la non facile capacità di tenere sempre i nervi sotto controllo, anche quando “sente”  alle calcagna due mastini napoletani che mordono come Alex Piermanteri e Loris Saporiti finiti nell’ordine. Al fuoriclasse Carmelo Cerruto ( gentleman)  è bastato un giro da star per liberarsi di tutti i suoi avversari, 36 primi e 26 secondi, quasi come Paniz, che gli consentono di accumulare un vantaggio così rassicurante da gestire anche lo stress di tenere a bada gente tosta e vincente come Michele Albertolli e Gianluigi Leo. Che bella la gara dei senior, combattuta, incerta, sudata, agognata e infine acciuffata per i capelli da Fabietto Bruno che a microfoni aperti ha avuto parole di elogio e rispetto per Maurizio Taini, il grande avversario che ha avuto a portata di mano la vittoria  ma non è per nulla amareggiato: ha meritato Fabio di vincere, io ero lì ad un soffio ma lui aveva un qualcosina in più”. Festeggia fra gli applausi la sua terza vittoria consecutiva in quattro gare lo junior Federico Bianco e conferma il trend positivo di questo inizio di stagione, se poi i battuti sono  Manuel Ballinetor e Roberto Busatta, la vittoria assume i connotati dell’impresa  ma, quello che più ci ha impressionati oggi è stato il giovanissimo debuttante Kevin Bortoli, certo, ci ha abituati ad eclatanti vittorie ma, far registrare il miglior tempo assoluto di fascia lascia un gusto davvero gradevole anche ai palati sofisticati e oltretutto, pare che Kevin abbia sia il pane che i denti, e una fame da lupo , aggiungiamo noi. Per la cronaca, con lui sul podio Riky Anglana e Luca Bergamelli. Bum Bum Ballini, un’altra magia! Il giovanissimo primavera è fantastico, geniale, inarrestabile e tutti gli aggettivi non bastano per descrivere questa mascotte che vince a raffica come una mitraglia, bum bum appunto, in partenza si pone davanti e in pochi minuti per Jacopo Barbotti , Gabriele Miazza and conpany diventa un puntino piccolo piccolo che scompare all’orizzonte, come … zio Roberto Davò che rifila ai suoi mici/rivali super “A” Aldo Allegranza e Marco Ciccardi un disavanzo di oltre tre minuti. Oltre sette invece lo spread tra Lucio Pirozzini e il duo Franco Bertona-Matteo Petrucci, in virtù del fatto che  il … tiranno ha volontà e talento, un mix micidiale dato a pochi eletti che sanno “profumare” le loro imprese. Alessia Della Valle è una donna che lotta, nello sport e nella vita e quando si trova ad un bivio ha due sole alternative: abbattersi o tornare più forte di prima! Ha scelto la seconda ed ora è più forte di prima anche se, Sabrina Bellatti l’ha impegnata allo spasimo. Bene anche Marika Paoletti che vince fra le donne più giovani. Ottime, come sempre, le premiazioni di Cavallirio, specialmente considerando il momento economico come questo dove non c’è trippa per gatti ma neanche bucce di patate per suini ed è davvero stupefacente documentare come Valter Romagnoli e il suo G.S. Cavallirio  riescono a preparare tanti premi, ristori con Palzola e vendere torte fatte in casa per destinare il ricavato a chi si trova nel disagio. Anche questo è Acsi  e ci conforta sapere che finchè abbiamo con noi gente come Sergio “Palzola” Poletti, Valter Romagnoli, la Filippini family, fotografi come Max Villani, Mauro Barbotti e Giuliana Buschini  e i soliti “rapaci”, le nostre strade non crollano come i viadotti di ultima generazione!

 

Carmine Catizzone