CIGLIANO 5-1-2015

LOCATELLI E PAIATO SHOW A CIGLIANO

BUONA LA PRIMA A CIGLIANO DA DAVIDE SANTIA'

 

Davide Santià, neo eletto presidente del U.C.Cigliano, centoventi chili di straordinaria simpatia è partito col piede giusto e nonostante la “sua” gara di ciclocross fosse … incastrata fra la gara di Bogogno corsa il giorno prima e la gara del regionale lombardo che si sarebbe corsa il giorno dopo, ha registrato un’ottima partecipazione che gli fa dire:” buona la prima”. Alla gradita presenza del Presidente provinciale Alberto Filippini e del responsabile regionale Valerio Zuliani, parte la prima gara dalle cantine De Giglio che con grande generosità ha concesso gli spazi necessari e subito la rivelazione del criterium Palzola , Marco Locatelli con tesserino da  gentleman,  intuisce di trovarsi nella giornata giusta e con le buone stelle che funzionano e screma fin dal primo giro il suo gruppo trascinandosi a ruota Luca Luraghi, uno che quando è in forma, e oggi lo è,  mena di brutto. A differenza del Loca, il più pronosticato Angelino Borini incappa in una giornata poco felice, capita e non scalfisce di un grammo la sua striscia vincente. Quei due davanti nel frattempo fanno gara di coppia e non si risparmiano e al suono della campana sono ancora una … coppia di fatto ma il Loca è in giornata di grazia e prima col cuore  e poi con  la tattica capisce che dal fossetto che introduce al campetto dell’arrivo deve uscire in testa perchè poi passare diventa complicatissimo e così è stato. Chapeaux a Locatelli che anticipa un ottimo Luraghi e poi Borini su Attilio Montagner e Giancarlo Pagani. Stesso identico copione fra i super “A” con Claudio Biella e Aldo Allegranza che se ne vanno già all’uscita della vigna e fanno gara a sé. E’ un continuo  tira e molla che delizia il pubblico e solo sul finale Aldo Allegranza riesce con tenacia  e coraggio a trovare l’azzardo di partire prima del tratto ... soffice e distanziare il tenacissimo Biella di quel tanto che basta per portare a casa la seconda vittoria in due giorni.

Terzo un buon Gaetano Sartor e quarto uno spento Licio Mec Gelli. Ci fosse ancora il Carosello, i pubblicitari farebbero a gara per accaparrarsi un personaggio istrionico come il super “B” Lucio Pirozzini facendogli  ripetere con il gagliardetto della ASD Auzate M.R.G. :” Corri corri, tanto alla fine vinco sempre io”! E farebbe bene perché chiude il 2014 con 50 vittorie e comincia allo stesso identico modo, vincendo da dominatore su Matteo Petrucci,  Virgilio Berti e Giovanni Roncon. Silvia Bertocco, donne “A”, no ha corso con il fuoco negli occhi, né con la cattiveria mentale perché non è nel suo stile ma vince decorosamente la sua gara davanti alla lodigiana Lucia Rossi ed Elisa Remuzzi e poi , con la delicatezza che la contraddistingue , raccoglie le iscrizioni che lei e il suo laborioso team Velo Club Valsesia stanno organizzando in Valsesia e la prima ad iscriversi, se non altro perché è arrivata ancora davanti a tutte , Daniela Di Prima, poi quelle di Samantha Profumo e Paola Cantamessa che arrivano dietro. Occhi puntati sullo junior Loris Tursi che torna a ... casa dopo la giusta e sacrosanta parentesi federale e se già alla prima gara di Bogogno … sente il podio, oggi a Cigliano centra la vittoria ai danni di Chiocchetti Marco e Luca Gibbin correndo una gara alla sua maniera imitato dal  … cugino più grande , il senior Ivano Favaro che deve trovare nuovi stimoli e nuova voglia si fare sacrifici e per farlo torna nelle braccia del suo “papà” adottivo Giulio Moretti che se lo coccola, lui ringrazia confezionando una gara da fuga solitaria sul sempre presente ternatese Simone  Gambarelli e il leader della generale Fabio Marchisotti. Un secondo posto, quello del veterano Isacco Colombo , che ha il sapore di una vittoria e del resto cosa poteva fare contro lo scatenato Emiliano “samuray” Paiato che schiaccia l’acceleratore tenendolo premuto dalla prima all’ultima curva  impostando un ritmo di 20” al giro più veloce di tutti i quasi cento iscritti? Non ho vinto – ci dirà Isacco a fine gara- ma Paiato è stato fantastico.

                                                          

 Fiori e cesti anche per il primavera 1 e figlio d’arte Tommaso Sarasso e per Biagio Borella che nei primavera 2 anticipa Marco Campesato mentre fra i debuttanti è Mike Gelli che ruba la scena ai danni di Lorenzo Mondino e Davide Zattarin e mantiene salda la classifica nella generale. Festeggia  come  aveva immaginato Davide Santià, nuovo punto di riferimento della ASD Cigliano, con un mega ristoro a base di polenta e Palzola , vin brulè e salatini e una volta conquistato il microfono ci sono piaciuti i modi pacati e la gentilezza delle parole:” ringrazio tutti voi per l’affetto dimostrato e Gianni Riconda per l’aiuto profuso i questa gara, grazie al Sig.r Sergio Poletti , patron di Palzola e un abbraccio sincero alle cantine del Giglio per l’ospitalità, spero di ripetere ancora questa bella esperienza magari con una data meno scomoda”. Grazie Davide

 

Carmine Catizzone