CIGLIANO 9/2/2020

GRAN FINALE FRA VALORI E CONSENSI IN CASA CSAIN

GRAN FINALE FRA VALORI E CONSENSI IN CASA CSAIN

Cigliano (Vc) domenica 9 febbraio "Coppa SOLAND" di CX ultima prova di coppa CSAIn Piemonte NRC Trofeo, ultima prova del Master CSAIn ed ultima prova del campionato Biella Vercelli. E' l'ultima prova della stagione del ciclocross, le classifiche sono già tutte abbondantemente consolidate, restano proprio poche posizioni da definire e l'aria che si respira è quella dell'ultimo giorno di scuola, c'è voglia di divertirsi e di fare festa, l'agonismo, per una volta è fuori dal cancello. Gare anticipate nella tarda mattina perchè, dopo il polenta parti, ci saranno le premiazioni, e si andrà per le lunghe.


Sono le 10.30 passate quando sono i veterani a buttarsi nel percorso. Bruno Dellerba sembra avere la gamba buona e per metà gara mena le danze, giusto il tempo che serve a Gabriele Tacchinardi di mandare in temperatura il diesel e cominciare la rincorsa che si chiude a 2 giri dalla fine e lo porta fin sul traguardo per un solitario arrivo braccia al cielo, Dellerba giunge con una trentina di secondi di distacco e precede Emiliano "Samurai" Paiato, quindi è la volta di Antonio Longo (primo V1), poi nell'ordine Marco Segnati, Manuel Di Prima, Igor Ricci, Alfio Segnati ed Alessandro Vivaldi. Ad un minuto partono debuttanti, junior e senior. E' Francesco Barbazza che monopolizza la gara, andando a cogliere una perentoria vittoria (S2) dopo una gara tutta in testa e tutta in attacco. La piazza d'onore spetta a Stefano Martinotti che precede Marco Chiocchetti poi Federico Livieri  (primo S1), Stefano Valsesia, Raffaele “Eureka” Pionna ed Erik Marino. Alessandro Tonati fa sua la vittoria tra i debuttanti andando a precedere il compagno di squadra Cosimo Giacomini.

Conclusa gara uno è tempo di seconda partenza, è tempo di far partire i "diversamente giovani" Gent. 1, Gent. 2, Super A, Super B, donne ed i giovanissimi primavera.
E’ lotta a tre tra i Gent. 1 che coinvolge, Paolo Reviglio, Massimo Salone e Mauro Novelli. Fino a metà gara tutto regolare, l'andatura è buona, ma nessuno prova l'affondo. Passata la metà gara Reviglio perde un po di terreno, lasciando a Salone e Novelli il compito di contendersi la vittoria. All'ultimo degli otto giri previsti è Novelli che alza il ritmo, Salone non reagisce ed il portacolori della pessionese va dritto all'arrivo senza particolari problemi. Dopo Paolo Reviglio   troviamo Riky Barbero, Danilo Gurioni e Fulvio Bernardon.
Massimo Zappa (G2) ha ritrovato il colpo di pedale di inizio stagione e si confeziona una bella vittoria su misura, andando a precedere Riccardo Giulio Acuto, Patrizio di Stasio, Franco Baroetto, Valter Cossetta ed Antonio Aldi.

Dopo una via crucis durata tutta la stagione,  finalmente Pierpaolo Mezzo rompe il ghiaccio e l’incantesimo che lo ha condannato a ben 13 secondi posti e con una gara tutta all'attacco, va a cogliere la prima vittoria stagionale. Nulla hanno potuto i pur bravi Antonio Scanzieni e il rientrante Carmine Catizzone se non complimentarsi e gioire nell’accompagnarlo  sul gradino più alto del podio, seguono, nell'ordine, Winta Fong  Gaetano Sartor, Claudio Menin e Renato Guarena.  La gara più bella, più appassionante e più combattuta è quella che hanno mandato in scena Giovanni Fedrigo e Ferruccio Elia, due Super B con una marcia in più. I due non si sono proprio risparmiati, sorpassi, controsorpassi, tentativi di fuga, sempre rintuzzati a vicenda. E la degna conclusione non poteva che essere una bella volata, impostata in testa da Fedrigo ma, con una bella progressione, vinta da Ferruccio Elia proprio sul filo di lana. (se troverò delle foto ve la farò vedere) in terza posizione troviamo Pierluigi Scorbatti che va a precedere Gianni Roncon, Angelo Pionna, Arturo Ferraris, Fabrizio Folli ed Enzo Chiocchetti.
Per le donne, a distanza di una settima, non è cambiato nulla, stesso copione. Vince Laura Vecchio su Rosella Bazzarello, Simona Massaro, Patrizia Di Massimo Ilaria Rocca, Elena Bargero e Roberta Nicolini.  Universo primavera dominato in lungo ed in largo dai ragazzi griffati bilake e vittoria per Fabio Mungo su Stefano Barbato (l'unico con divisa pedale pazzo) e Matteo Tondina. E si va dritti al "terzo tempo", consumato nell'ampio salone del tiro a volo delle Alpi, dove viene servita un'ottima polenta e  polpette al sugo .... una bontà divina.  Sono da poco passate le 14 quando iniziano le premiazioni. Ci sono i saluti dell'amministrazione comunale rappresentata dalla Vice Sindaco Sig.ra Stefania Crittino, dalla coadiutrice nazionale nonchè coordinatrice regionale Elisa Zoggia che porta anche i saluti del responsabile nazionale Biagio Nicola Saccoccio e di Carmine Catizzone, coordinatore e responsabile del MASTER CSAIn di Ciclocross. Premiazioni che vedono sfilare i vincitori del campionato Biella Vercelli, quelli della coppa CSAIn Piemonte NRC Trofeo e quelli del master CSAIn ma, il momento più solenne e delicato s’è vissuto quando viene chiamato Roberto Mallarino a ricevere il premio Luigi Tosi, una bellissima targa che sembra un’eredità, colma di valori quali il rispetto, l’amicizia, la passione per il ciclismo, la condivisione e l’umiltà. Non è riuscito a dire nemmeno una parola il buon Roberto ma quella lacrima che solcava il suo viso ha detto molto di noi e hanno testimoniato il fatto che la correttezza e la felicità non sono privilegi ma dei diritti acquisiti e nel nostro master trova diritto di cittadinanza. E se ne sono accorti tutti…

Gianni Riconda