EGRO DI CESARA 24/3/2013

CARMELO CERRUTO DOMINA IN QUESTA ... MALEDETTA PRIMAVERA

CARMELO CERRUTO IN QUESTA … MALEDETTA PRIMAVERA

 

 

Loretta Goggi  la cantava nel 1981 la sua … maledetta primavera, noi la stiamo vivendo sulla nostra pelle e anche oggi,  per la quarta tappa dello Sport & Sports  e dopo la neve di domenica scorsa , ecco l’acqua di oggi che ancora una volta ci obbliga a sopportare disagi notevoli. Per fortuna in cabina regia c’è l’Iride Cycling Team di Patron Luca Cerutti, un gruppo di instancabili uomini che ha scelto la bici come stile di vita e si adopera fino allo sfinimento per non far mancare nulla a coloro che hanno scelto di salire ad Egro di Cesara , una perla incastonata sulla balconata di ponente del Lago d’Orta, un bijoux di paesino che sembra uscito da un racconto di Collodi.

Foto

Agli ordini del Presidente operaio Alberto Filippini, cento irriducibili “marines” si posizionano nei box di partenza  come se andassero ad un corso di sopravvivenza e il più determinato ci sembra il Veterano Carmelo “cow boy “ Cerruto , per nulla disturbato dalla presenza di due fuoriclasse  come Mario Gulisano e Silvio Olovrap che Carmelo  marca a … zona per poi piazzare la botta  vincente che lo consacra immenso con il miglior tempo assoluto : 1h: 32’: 56’’!

Foto

La categoria Gentleman offre l’immagine, probabilmente più vera, delle forze in campo di quest’inizio di stagione che vedono in Luciano Pomella il leader indiscusso di categoria. Mai visto così determinato, concentrato e vincente e chi lo insegue fa quel che può ma bisogna dar atto a  Silvano Iseppato, Vittorino Stroili e Valter Scarponi che hanno lottato finchè han potuto. Grande prova di forza del Cadetto campione italiano ciclocross Manuel Ballini che per fortuna non ha preso da suo padre Giuseppe e domina da par suo lasciando  sui pedali sia Claudio Balsari che Simone Pedrabissi ma ancora meglio ha saputo fare lo Junior federale Andrea Mussolin che ha letteralmente ammazzato la concorrenza dalla quale solo Simone Bertolli  ha salvato l’onore. L’immagine che portiamo dentro del Senior Moris Grandi è quella di un grande atleta , oltre che di un capace organizzatore e oggi a quest’immagine ha posto la cornice con una prova convincente, perentoria ed entusiasmante vincendo in  ... casa e obbligando i suoi avversari, Andrea Perin e Giorgio Rusca  a sedersi attorno al fuoco e riflettere su come si possa arginare la sua furia agonistica, la stessa che anima da anni quell’alpino di Macugnaga dal baffetto furbo di nome Lucio Pirozzini, il migliore anche oggi nei Super “A” che vince nettamente sotto lo sguardo compiaciuto di patron Giulio Moretti, il quale,  si coccola anche Aldo Allegranza giunto secondo.

Foto

Appuntamento con la vittoria anche per il Super “B” Matteo Petrucci e non è certo la prima ma , questa è carica d’emozioni  e profuma come i fiori che gli hanno dato sul podio. Troppa la differenza con Paolo Pisoni e un convalescente Augusto Formenti  mentre fra le donne “B” la lotta fra Angela Agazzone e Super Simo Etossi è più livellata. Oggi è  Angela che sale sul camper con la medaglia al collo ma Simona c’è. Eccome se c’è! Come pure il debuttante Filippo Negro che domina su Piergiorgio Arrigoni. Che bella gara quella dei Primavera 1 con il dominio di Thomas Schimizzi sul suo compagno di squadra Roberto Sartore  che anticipano Jacopo Barbotti e  Gabriele Miazza ma fra i Primavera 2 la vittoria dell’enfant  du  pais è chiara, limpida, luminosa e avvolgente come l’abbraccio della sua squadra : l’Iride  Cycling Team che si coccola anche Simone “Bumbazza” Rainoldi giunto secondo ma sta crescendo Gabriele Romanò.

Foto 

E’ appena terminata la gara di Egro e il Presidente Luca Cerutti può finalmente sorridere perché, ha prima trepidato, poi  sperato e infine gioito per il successo organizzativo e per quello nella classifica di società, la Iride  che oramai staziona nei quartieri nobili del Master sponsorizzato da Stefano Varsalona, meritato sul campo per qualità ed e energie.  Belle le parole del vice sindaco Erica Bonfanti che a nome di tutta la giunta ringrazia  gli uomini della Iride per aver saputo costruire e regalare emozioni dimostrando di essere  un gruppo  con fondamenta solide, fatte di lavoro, idee, volontà di costruire belle cose insieme, certo, anche grazie a tutti i loro sponsor, alla famiglia di Tiziano Falda e al gruppo Sport & Sports, sempre pronto ad aiutare amici col pallino della bicicletta e che coinvolge famiglie allargate come quella dell’Acsi Settore Ciclismo.

 

CARMINE CATIZZONE