GARBAGNATE 23/11/2014

A GARBAGNATE CONTINUA LA FESTA PALZOLA

CORTINOVIS, BONALDA E GUIDALI , TRE LAMPI A GARBAGNATE

 

E’ una fra le più storiche e antiche del panorama nazionale amatoriale e davanti a lei, la mitica Garbagnatese, di solito ci si toglie il cappello in segno di rispetto. Anche oggi, la  “Ciclistica”, così viene chiamata confidenzialmente , ha dato prova di forza e competenza e tutti gli uomini del Presidente Achille Bernareggi hanno predisposto il classico percorso già teatro di campionati italiani che sono rimasti nel cuore di tutti. Una cattedrale gremita di fedeli anche  questa 6^ prova del criterium Palzola ben centoventi  iscritti che hanno deliziato il numerosissimo pubblico presente in ogni angolo del percorso. Prendiamo per esempio la prova dei super “B”, in pool un mostro sacro come Claudio Guarnieri , a fianco Lucio Piozzini , un cecchino. Pronti via se ne vanno e con loro Franco Bertona, s’accende lo spettacolo fino a quando un nastro s’avvolge nel manubrio di Guarnieri  buttandolo a terra e per Pirozzini è stato come scossa, approfitta del fortunato momento e s’invola solitario per una inarrestabile azione che lo porta a vincere la sua sesta gara su sei, secondo Bertona e terzo uno sconsolato Guarnieri che nell’inseguire cade ancora. Altro spettacolo allo stato puro la lotta tra i gentleman col … freccia rossa composto da cinque vagoni  prestigiosi quali Tosi, Borini, Locatelli, Slanzi e Migliorini, a metà gara due /tre frustate lasciano i segni sulle gambe di tutti e a menar la danza restano Tosi e Borini, il pubblico applaude e al suono della campana sono ancora incollati. Tosi è veloce ma la volata vuole evitarla perché … non si mai e allunga deciso subito dopo gli ostacoli ben sapendo che difficilmente riesci a passare se i tratti finali sono brevi e pieni di curve e infatti… primo un rigenerato Angelo Tosi e poi la sagoma di Angelino Borini lì a due metri, una ventina di secondi più tardi la rivelazione del master, Marco Locatelli.  I meriti della categoria super “A” vanno divisi a metà tra Marco Ciccardi e Cosimo Balducci,  sono stati loro i grandi protagonisti con Licio Gelli terzo incomodo ma in affanno per lo sforzo vittorioso del giorno prima. Balducci ad un certo punto allunga e mette in serie difficoltà l’estroso Ciccardi  che però è un … sacramento e non molla mai e quando finalmente riesce ad accodarsi , il buon Balducci commette l’errore di non scattare nuovamente per non farlo … respirare. Suona la campana e sono attaccati, è volata, vincono Ciccardi  e le sue esilaranti calze colorate da burlesque , Baldicci è secondo  per un metro si e no. Sempre belle le gare delle nostre donne, ben dodici anche a Garbagnate e se nelle donne “B” s’è  stato un certo equilibrio con Etossi Simona

che alla fine alzerà le braccia al cielo davanti alla sua gemella diversa Barbara Fanchini e con Daniela Di Prima , Silvia Barbero e Laura Caldiroli che arrivano nell’ordine , fra le donne “A” possiamo parlare di dominio assoluto di Cristina Cortinovis.  Essere al centro del mirino e non preoccuparsene, così c’è parsa la fortissima Cortinovis , una lepre che non teme i cacciatori che oggi erano Silvia Bertocco e Lucia Rossi . Nella giovane categoria Junior si respira  sempre aria di guerriglia e le … sportive imboscate le hanno tentate Manuel Ballini e Mamo Pagani, entrambi si sono vestiti di tricolore nel recente passato e sono attrezzati per lottare con chiunque e anche oggi hanno lottato da par loro ma, da metà gara in poi è mamo Pagani che rompe gli indugi e si esibisce in un autentico monologo , una recita perfetta ma ci piace sottolineare  i nomi nuovi che si stanno affacciando in punta di piedi nel nostro panorama: Damiano Barloggio, Davidino Monetta, Fabio Bedolo, e Naldi Simone che arrivano nell’ordine.

I senior? E’ materia di Clamas Team con Pivotto Claudio e Gabry Guidali che danno un saggio di alta scuola.  Pronti via se ne vanno i tre, a loro s’aggiunge infatti Claudio Rizzotto che cerca di scombinare i piani ma, è nella morsa dei giallo-neri e infatti a metà gara basta un’occhiata di Guidali a Pivotto per capire che deve partire e lo fa molto bene, a Rizzotto non rimane che inseguire con la scomoda compagnia di Pivotto a ruota. E’ uno sfinimento che lo obbliga ad arrendersi e sul finale per Pivotto è un gioco da ragazzi saltarlo, se non altro perché s’è …riposato. Quarto e quinto il duo Dal Molin composto da Gambarelli e Salmoiraghi, una forza della natura. Nei veterani, nonostante una caduta spettacolare, Graziano Bonalda prima insegue, poi raggiunge la vetta del  condominio e infine domina esprimendo il meglio del suo capiente repertorio davanti a Monetta Alessandro e  Vincenzo Crivellari. I sogni di Simone Ballinetor sono a colori, come pure quelli di Nicolò Tumiati .  Scattano bene dai blocchi ma sul tratto più duro, la scalinata, Ballini esprime al meglio il suo potenziale relegando al ruolo di rincalzo il valsesiano Tumiati che però comincia a far rispecchiare il suo valore che potrebbe tingersi d’oro quanto prima. Bene anche Jacopo Barbotti , terzo. Ristoro , premi e applausi sanciscono un altro successo della Garbagnatese sotto lo sguardo compiaciuto dell’assessore Francesco Maggioni e degli sponsor appassionati quali sono Antonio Caputo ( Impresa edile) e Vinicolo Ferrari . 

 

CARMINE CATIZZONE