MIASINO 6/04/2014

MIASINO, FESTA GRANDE

ANCHE MIASINO INCORONA COLOMBO,  BONALDA E BERTONA

 

Quelli della MTB Omegna? Belli e vincenti, con un pragmatico progetto in testa: promozione del territorio dove vivono, lavorano e fanno sport e valorizzazione del vivaio, vera linfa di ogni comitato e fiore all’occhiello di un ente come l’Acsi Ciclismo. Proposta che fa tendenza in un paese in cui sostenere lo sport , economicamente , è un’impresa quasi impossibile! Gratitudine quindi al Presidente Renzo Bogianchini  e a tutti i suoi uomini , un gruppo che, dobbiamo dirlo, ci ha aiutati tantissimo ad allargare la base e solidificare le fondamenta del nostro master Sport & Sports, fiore all’occhiello del movimento. Il profumo dei boschi e del lago, che alle prime luci dell’alba sono più intensi, accolgono i 173 amatori che salgono a Miasino, ridente borgo incastonato sulla roccia come un paesino del presepe, sede di tappa della 5^ prova . Primi ad aggredire l’interessantissimo percorso sono gli junior ed è spettacolo allo stato puro per la lotta all’ultimo colpo di pedale tra Davide Coato,  il campione lariano Manuel Ballini e Federico Bianco. “Non pensavo di farcela –ci dice alla fine Davide Coato – questo Ballini è un osso duro e l’ultima salita l’ho affrontata con … gli occhi chiusi e fuori soglia e ho sofferto davvero tanto. Per la cronaca il secondo posto va a Manuel Ballini in volata su un convincente Fede Bianco. Nelle categorie Senior e veterani  i … draghi della Ca’ di ran Raschiani hanno corso come sanno fare e infatti il risultato pieno è arrivato ancora una volta, eclatante, esaltante e convincente. Tra i senior se ne sono andati subito marchino Colombo e Big Gim Alessandro Maiuolo, un’azione la loro, devastante ma nel corso dell’ultimo giro,Colombo, ha pensato che è  rischioso arrivare in volata, potresti trovarti un doppiato che ti frena e allora forza l’andatura con un rapportone dei suoi  e mette fra se e Maiuolo una quarantina di tranquillanti secondi. Terzo un altro grande come Jacopo Bottarini ma a far impazzire di gioia Bepp Nizzola, patron della Ca’ di ran è anche l’arrivo dell’altro alfiere , il veterano Graziano Bonalda , un ragazzo che è abituato a dare il centodieci per cento sul fronte dell’impegno e della grinta e alle parole preferisce il ticchettio dei pedali, musica per l sue orecchie. Oggi vince su un ritrovato Carmelo ”Cow –Boy” Cerruto  e l’ex mastro artigiano  Mauro Milani mentre patron Nizzola si gode i ... suoi draghi! Nei gentleman il buon Attilio Bedogni si gode la sua giornata da Re leone e sembra dirci : scusate il ritardo, ci tenevo a vincere in questa challange di grandi prospettive. Ha ragione, specialmente scorrendo l’ordine d’arrivo che vede al secondo posto il vincitore delle due ultime gare , Roberto Pasin e il dominatore assoluto della scorsa edizione, Luciano Pomella. Nei Primavera? Cambiano gli scenari e i percorsi, cambia anche il clima ma non cambia mai il vincitore, si chiama Simone e si legge “Ballinetor “ Ballini, da due anni il fiore all’occhiello dei nostri master. La stagione appena trascorsa è stata da incorniciare e quella appena iniziata non è da meno, oggi a farne le spese sono stati Thomas Beltrami e Miazza Gabriele ma anche nei più piccini c’è un piccolo eroe, è l’idolo di casa Fabrizio Ricci che … giganteggia su Roby Sartore e Leonardo Cerutti. La filosofia del super “B” Franco Bertona è quella che non esiste nessun nemico da battere  ma  solo amici con cui confrontarti. Fatto sta che nelle ultime quattro gare  ha conseguito tre convincenti vittorie e se l’appetito vien mangiando, dovranno impegnarsi Matteo Petrucci e Fausto Bellotti a … sparecchiargli la tavola, stessa identica cosa nei super “A”, dove il … nuovo che avanza, Roberto Davò, ancora una volta imbriglia Lucio Pirozzini e Aldo Allegranza. Ritorna a casa con la medaglia al collo anche la donna “A” Serena Mensa, che ha impresso forza e grazia alle sue pedalate rosa che le consentono di primeggiare su un’ottima Alessia Della valle e la new entry Ilaria Zavanone mentre fra le dames “B” è sempre la campionessa Simona Etossi a fare la voce grossa su una rientrante Angela Agazzone, Kathrin Oertel  e Monica Grendene , la donna che parla ai cavalli. Senza storia la gara di Fabietto Bedogni, è lui il principe dei debuttanti, lo sanno bene anche LIrko Pellegrini e Miche Gelli. Lasciamo il bellissimo percorso di Miasino coi suoi sentieri fluidi e divertenti, adatto agli esperti ma anche ai principianti e dopo il fantastico ristoro e la corposa premiazione , tutt’e  173 amatori  hanno il sorriso stampato in faccia e la gratitudine nel cuore per aver corso una gara di assoluto livello e i ringraziamenti vanno tutti a Renzo Bogianchini e il suo team. Chapeaux!

Carmine Catizzone