SANNAZARO 14/12/2019

BUM BUM BALLINI, TACCHIANARDI, GNATTA E CHIARINI DOMINANO A SANNAZARO DE’ BURGON

BUM BUM BALLINI, TACCHIANARDI, GNATTA E CHIARINI

DOMINANO A SANNAZARO DE’ BURGONDI

Siamo solo a metà Dicembre e il Master Csain di ciclocross sta entrando nel clou della stagione, undici le prove fin qui disputate e l’ultima in ordine di tempo s’è svolta a Sannazaro De’Burgondi  (Pv) ad opera del Team Media Bike. La laboriosa giuria di patron Luigi Mantovani, un presidente provinciale serio e preparato, è già operativa al ristorante Giardino nel rione di Mezzano, una gradevole  location che ci fa sentire subito a nostro agio. La giornata soleggiata accoglie la variopinta  carovana degli aficionados del fango  e,  puntualissimi come il Big Ben, i giudici pavesi capeggiati da Livio Merlini,  storia vivente del ciclismo amatoriale e non solo, fanno partire i giovani, pochi per la verità e subito  Ivana Folli comincia a … sparare raffiche di foto che rimangono impresse nella sua Canon come prove inconfutabili che ad ammazzare la gara sono due fenomenali amatori, Simone Ballini (junior) e Lele Tacchinardi ( veterano 2) e più di qualcuno sostiene, dopo averli visti dominare anche oggi,  che andrebbero denunciati per  …. maltrattamenti, lunghi e ripetuti! Più umani sono risultati i cugini della categoria Senior col solito Massimo Bonetti (s1) e la sorpresa  Stefano Valsesia (s2) che vincono senza spargimento di sangue e con dei distacchi molto più cristiani. Buona la prestazione del veterano 1 Francesco Colombo che anticipa Fabio Marchisotti  e l’altro scudiero della Funtos  Bike NRG Marco Chiesa. Solo il tempo di fare l’appello e parte la seconda fascia dalla quale subito il federale e gentleman 2 Giorgio Chiarini si stacca per una fuga solitaria dimostrando di avere gambe calde e testa solida che gli consentono di essere il migliore della truppa castigando sia Roberto Redaelli che il capoclasse Massimo Zappa. Anche Vincenzo Crivellari si dimostra in  palla e stravince la sua categoria , quella dei G1, giganteggiando ai danni di Massimo Salone e Riky Barbero che, da sportivi quali sono, plaudono al forte Valsesiano. Nei super A la palma del migliore se l’è aggiudicata ancora una volta Bruno Gnatta, bresciano dotato di grande esplosività che scompare molto presto dalla vista dei suoi più immediati inseguitori, oggi Carmine Catizzone e Carmelo Belcastro che si consolano col podio, anche se di prestigio. Questo Master Csain per il super B Pierluigi Scorbatti coincide con la consacrazione: il baco da seta finalmente si è trasformato in farfalla!  E si, basta guardare la classifica , secondo ancora una volta Claudio Guarneri e terzo Vigilio Berti , gente di assoluto valore. La gara femminile ha visto Laura Vecchio ( donne A) , prendere immediatamente il largo, come nelle previsioni e realizzare il miglior tempo assoluto ma anche la donna B Rosella Bazzarello merita una menzione , se non altro perché per la forte beniamina locale è diventata una regola fissa essere la più forte della sua categoria. Termina anche questa gara di Sannazaro che non si può definire la migliore del circuito, questo è evidente, come pure il fatto che difficilmente questa gara avrà un futuro, almeno nel nostro circuito e un po ci dispiace perché  il comitato pavese è solido, coeso e competente ma tutto il resto doveva crescere  e così non è stato!

Carmine Catizzone