SOPRANA 23-06-2019

A SOPRANA ANCORA AGOSTINONE

A SOPRANA ANCORA AGOSTINONE

Quando il miglior tempo assoluto lo realizza un Veterano 2 come il maresciallo Domenico Agostinone e il terzo miglior tempo se lo accaparra un Gentleman 1 come Carmelo Cerruto, l’equazione è la più semplice del mondo: anzianità al potere, visto che insieme superano il secolo di età! L’istinto dei loro avversari è quello di mettere dei sacchetti di sabbia alle porte come quando s’avvicina un uragano dal quale il solo Salvatore Giampà , testa libera e fuoco dentro, ha provato ad arginare la forza della natura aggrappandosi alla sua sana voglia di reagire e allo spirito di sopravvivenza. Questo in sintesi la video clip della bella gara di Soprana giunta alla 10^ edizione e valevole quale 12^ prova del Master MB Marcello Bergamo Cup griffato Csain. Al pari dei fortissimi sopra citati capitani, anche il super A Claudio Biella è un atleta che alle corse non si presenta banalmente per correrle ma per vincerle e, a parte il campionato l’italiano, le ha vinte tutte, anzi , dominate con apparente facilità, come candidamente ammettono i suoi avversari, oggi Claudio Stocco e Giuliano Garlaschè. Che gara ha corso il Senior 2 Simone Spanò, pedalando in modo felpato e morbido come una mousse al cioccolato, è riuscito a imbrigliare il capoclasse di categoria Matteo Fochi e il tenacissimo Tony Longo, chapeaux! Il cardiologo Dott. Antonio Mazzuero, tesserino da Veterano 1, oggi ha mandato in fibrillazione Andrea Marovino e Massimo Mormorale che hanno tentato in ogni modo di arginare la sua pedalata convinta che lo proietta dritto dritto sul gradino più alto del podio con oltre un minuto e mezzo di vantaggio. Il Senior 1 Davide Fornara finalmente si ricorda del suo illustre passato e cala il jolly al cospetto di Roberto Formica che , per la verità, ha testa in cose ben più importanti, visto che fra meno di un mese condurrà all’altare la sua bellissima donna. Tra i Gentleman 2 vince Mauro Antonioli e al cospetto della Nikon di chi scrive sembra davvero soddisfatto ma senza eccedere nell’entusiasmo perché Mauro è un leader rispettoso e silenzioso e non ha bisogno di alzare la voce per farsi ascoltare, esattamente come il super B Aldo Allegranza che rifila oltre due minuti ad Augusto Bosio e Matteo Petrucci e poi quatto quatto si rifugia al corposo ristoro per gustare qualche crostino al Palzola e una fetta di anguria fresca. Le pedalate rosa ancora una volta sono motivo di gioia per Ilaria Rocca ( donne A) e Madame Elena Belfiore che fa del sorriso il suo biglietto da visita. Le altre vittorie portano la firma del figlio d’arte e Primavera Luca Mazzuero e del Debuttante Danilo Allamanno, un tipo tosto che realizza tempi di tutto rispetto. Termina anche quest’edizione della Sopranissima fortemente voluta da Gabriele Cerruti e dalla sua Free Bike Trivero, un gruppo gustoso come una mela Val Di Non che ha portato calore e colore in questo paesino di ottocento anime che s’arroccano al loro rifugio Sella, località felicemente famosa per le sagre del fungo, portate di trippa e fagioli, tupolone con la polenta e stichi con le patate ma … questa è tutta un’altra storia.

 

Carmine Catizzone